Nel 1939, quando Secondo Ercole, “Pinin”, iniziò a trasformare le verdure del territorio astigiano in conserve vegetali di qualità, il termine “sostenibilità” non era certo molto diffuso. Ma quell’intuizione commerciale diede vita a una piccola rivoluzione alimentare, perché permise di ridurre lo spreco del surplus agricolo, che poteva così essere consumato anche nei freddi mesi invernali.
Piera e Secondo Ercole
Da allora, la nostra passione per le cose buone è rimasta esattamente la stessa. Perché siamo ancora oggi un’azienda familiare e da tre generazioni sappiamo bene quali siano i nostri valori.

Creatività e autenticità fanno parte del nostro “spirito italiano”, così come l’impegno per la qualità, che significa difendere sempre la bontà del cibo per portare sulle tavole il miglior prodotto possibile, in termini gustativi, organolettici e nutrizionali.

“Prodotti in scatola che non sanno di scatola” recitava un manifesto pubblicitario degli anni Cinquanta, a testimonianza di quanto la qualità sia sempre stata al primo posto.

Siamo profondamente convinti che il gusto dei nostri prodotti dipenda dalla generosità di Madre Natura: per questo motivo facciamo il massimo per rispettare la Terra e i suoi frutti.

Da oltre 30 anni, per le nostre materie prime più importanti, collaboriamo esclusivamente con agricoltori e produttori che garantiscono:
  • di seguire il ritmo delle stagioni, ovunque possibile;
  • di eliminare l’utilizzo di pesticidi e prodotti chimici nocivi;
  • di preferire sempre l’approccio biologico all’agricoltura.
Questa filosofia aziendale nel tempo si è ulteriormente rafforzata e oggi la sostenibilità è per noi un pilastro importante, al pari della trasparenza!
Per questo motivo evitiamo proclami e dichiarazioni trionfali, ma perseguiamo cinque obiettivi precisi che fanno parte del nostro Environmental Managing System (EMS).
1

Ridurre la quantità di diossido di carbonio

- Usiamo fonti rinnovabili di energia, come i pannelli solari che ci consentono un risparmio di circa 400 tonnellate di CO2 all'anno.

- Limitiamo il consumo di energia grazie a miglioramenti come sistemi di recupero termico, riduzione della dispersione del calore.

- Promuoviamo una maggiore attenzione in azienda contro gli sprechi di energia (spegnere le luci, condizionatori, ecc.).
2

Ridurre la quantità di rifiuti

- Favoriamo il riciclo, separando i rifiuti in 36 diverse categorie, così da limitare di oltre il 60% il conferimento in discarica.

- Ottimizziamo i processi di produzione per evitare inutili scarti.
3

Ridurre l’impatto ambientale delle confezioni

- Abbiamo eliminato tutto il superfluo dalle confezioni e ridotto lo spessore e le dimensioni di etichette/vassoi, così da consumare meno carta possibile.

- Utilizziamo solo materiali completamente riciclabili per il confezionamento.
4

Ridurre le emissioni legate al trasporto

- Preferiamo scegliere fornitori italiani così da far fare meno chilometri alle nostre materie prime.

- Utilizziamo anche la ferrovia o il trasporto marittimo per consegnare i prodotti in tutto il mondo.

- Limitiamo le trasferte in aereo del nostro personale, preferendo videoconferenze.

- Scegliamo partner logistici affini, che utilizzino veicoli a bassa emissione per trasportare solo carichi pieni.
5

Ridurre il consumo di acqua

- Abbiamo migliorato il modo in cui laviamo i nostri vegetali e i sistemi di pulizia delle diverse linee, così da garantire in un solo anno un risparmio equivalente a 12.000 bottiglie d’acqua.